FIGC - News

Abbonamento a feed FIGC - News

URL: http://www.figc.it/rss/rss_it.shtml

Aggiornato: 5 ore 57 min fa

Settimana Europea dello Sport: dal 23 al 30 settembre numerosi gli eventi e le iniziative organizzate dalla FIGC

La Federazione Italiana Giuoco Calcio celebra, come ogni anno, la Settimana Europea dello Sport con un programma di eventi finalizzati alla promozione e allo sviluppo dello sport in tutto il territorio nazionale. Dal calcio femminile alle attività di carattere sociale, fino ai Campionati Studenteschi: dal 23 al 30 settembre 2018, sono in calendario numerose iniziative che coinvolgeranno tutte le regioni italiane.
Ad aprire il programma di attività, le Finali Nazionali di Calcio Misto del Trofeo CONI 2017 che si disputeranno a Rimini. A seguire, fino al termine della settimana, gli Open Day presso i 37 Centri Federali Territoriali della Federazione e gli Open Day di Calcio Femminile nelle principali piazze italiane o nei Centri Sportivi del territorio. Dal 25 settembre spazio anche alle Finali Nazionali dei Campionati Studenteschi di Calcio a 11, che avranno luogo a Senigallia, mentre, per quanto attiene le attività di carattere sociale, nell’arco della settimana sono previsti due appuntamenti, a Milano e Palermo, per la presentazione del Progetto Rete! 2019. Concluderà il programma di eventi la Notte Bianca dello Sport, prevista per il 29 settembre in tutte le regioni italiane e che prevedrà attività quali tornei di calcio amatoriale, Walking Football, Football fitness.
 

Calcio Femminile: la FIGC annuncia ricorso al collegio di Garanzia dello Sport

La Federazione Italiana Giuoco Calcio, preso atto della decisione della Corte Federale d’Appello del 26 luglio, ha deciso di impugnare il provvedimento con il quale si annulla la delibera commissariale che portava in seno alla FIGC l’attività nazionale di calcio femminile. La FIGC rimane convinta della legittimità dell’inquadramento della Divisione Calcio Femminile all’interno della sua struttura, scelta finalizzata alla crescita dell’intero movimento come dimostrato dalle ultime attività sviluppate dalla Federazione. 

In attesa del giudizio del Collegio di Garanzia dello Sport, il Commissario Straordinario ha informato in data odierna tutte le Società di Serie A e Serie B che l’organo competente per l’organizzazione dell’attività torna ad essere la Lega Nazionale Dilettanti.

La FIGC aderisce alla Settimana Europea dello Sport

Dal calcio femminile alle attività di carattere sociale, fino ai Campionati Studenteschi: dal 23 al 30 settembre 2018, come ogni anno, la Federazione celebra la Settimana Europea dello Sport, attraverso un fitto calendario di eventi finalizzati alla promozione e allo sviluppo dello sport in tutto il territorio nazionale. Ad aprire il programma di attività, le Finali Nazionali di Calcio Misto del Trofeo CONI 2017 che si disputeranno a Rimini. A seguire, fino al termine della settimana, gli Open Day presso i 37 Centri Federali Territoriali della Federazione e gli Open Day di Calcio Femminile nelle principali piazze italiane o nei Centri Sportivi del territorio. Dal 25 settembre spazio anche alle Finali Nazionali dei Campionati Studenteschi di Calcio a 11, che avranno luogo a Senigallia, mentre, per quanto attiene le attività di carattere sociale, nell’arco della settimana sono previsti due appuntamenti, a Milano e Palermo, per la presentazione del Progetto Rete! 2019. Concluderà il programma di eventi la Notte Bianca dello Sport, prevista per il 29 settembre in tutte le regioni italiane e che prevedrà attività quali tornei di calcio amatoriale, Walking Football, Football fitness.

I commenti. Fabbricini e Mancini d’accordo: “Iniezione di fiducia per il futuro del calcio italiano”

Soddisfazione per il risultato raggiunto e complimenti per staff e ragazzi: sono le reazioni in casa Figc alla vittoria degli Azzurrini Under 19 contro la Francia che ha spalancato le porte della Finale continentale nel torneo in corso in Finlandia, seconda finale nella stessa stagione dopo quella dell’Under 17 battuta ai rigori dall’Olanda, quinto podio in due anni considerando anche il 2o posto Under 17 nel 2016, il 3o posto Under 20 al Mondiale 2017, il 3o posto Under 21 all’Europeo 2017.

“Il successo contro la Francia - commenta il Commissario Straordinario Roberto Fabbricini a margine della presentazione dei calendari di Serie A nella sede di Sky - è davvero una grande soddisfazione. Raggiungere un’altra finale europea dopo quella dell’Under 17 ci trasmette fiducia per il futuro del calcio italiano e ci conferma la bontà del lavoro della FIGC con le Nazionali giovanili. Rappresenta inoltre il miglior viatico per la ripresa dell’attività degli azzurri di Roberto Mancini”. Anche il Ct, intervenuto a Milano con Fabbricini e Oriali, elogia il lavoro svolto a livello giovanile dalla Figc e dal Club Italia: “La finale europea dell’Under 19 rappresenta un altro grande traguardo di cui andar fieri e conferma l’eccellente livello dei giovani italiani che fa ben sperare per il futuro. Faccio i complimenti allo staff, al coordinatore delle Giovanili Viscidi, al tecnico Nicolato, ai ragazzi”. 

Ed ora non resta che l’auspicio di poter centrare il titolo europeo Under 19 che manca all’Italia dal 2003, quando andò in Liechtenstein la formazione guidata da Berrettini supero’ guarda caso proprio il Portogallo con reti di Della Rocca e Pazzini.

Una grande Italia conquista la finale. Domenica in campo contro il Portogallo

L’Italia dei giovani è in finale. Dopo aver conquistato un posto per il Mondiale Under 20 del prossimo anno in Polonia, gli Azzurrini di Nicolato compiono l’impresa a Vaasa nella semifinale contro la Francia, battendo i transalpini 2-0. Carattere, personalità, un’Italia concreta e compatta vola alla finale europea in programma domenica – dove affronterà il Portogallo che oggi ha battuto l’Ucraina 5-0 - giocando una grande partita: in vantaggio dopo 27 minuti con un destro di Christian Capone, l’Under 19 raddoppia al 30’ con Kean, neutralizzando le ripartenze della Francia che nel primo tempo colpisce due volte la traversa.

Parlano i numeri. E’ un’Italia difficile da battere: sette vittorie, due pareggi, ventuno gol fatti e due subiti nelle nove gare disputate in questo campionato Europeo, tra qualificazioni e fase finale.

Nicolato – che deve rinunciare per somma di ammonizioni a Gianluca Scamacca e Matteo Gabbia – ripropone il 4-3-3 adottato con successo contro il Portogallo confermando la linea difensiva con Plizzari in porta, Bellanova a destra, Bettella e Zanandrea centrali e Tripaldelli a sinistra; davanti alla difesa Tonali con le due mezzali Frattesi e Zaniolo; quindi il trio d’attacco formato da Brignola, Kean e Capone. Schema tattico speculare a quello dei francesi, nel tentativo di alzare leggermente il baricentro della squadra e impensierire la non impenetrabile difesa dei transalpini, che a loro volta schierano dal primo minuto il capocannoniere del torneo (4 reti) Gouiri in tandem con Maolida.

Concentrata e determinata, l’Italia parte subito all’attacco: al 5’ ottimo l’inserimento sulla destra di Bellanova che crossa al centro sul primo palo, ma il portiere Diouf anticipa Kean in ottima posizione. All’11’ Plizzari neutralizza una conclusione di Sissoko; la Francia alza il ritmo e al 16’ colpisce la traversa con un sinistro di Sarr.

Al 27’ gli Azzurrini passano in vantaggio: grande azione sulla destra avviata da Pezzella per Brignola, ottimo l’inserimento di Frattesi che serve Bellanova, il cui cross è un perfetto invito per Capone che col destro mette in rete.

Al 30’ arriva il raddoppio a seguito di una grande ripartenza dell’Italia: lancio di collo esterno di Zaniolo per Kean che firma il 2-0. Due occasioni per la Francia sul finale del primo tempo: al 41’ traversa di Cuisance, che un minuto dopo sbaglia la mira in girata. Ma l’ultimo brivido è di marca azzurra con Kean che in contropiede, a portiere battuto, non trova la porta.
 
La Francia non ci sta e nella ripresa prova il tutto per tutto; dopo una girata di Frattesi respinta col petto da Sarr, i transalpini si rendono pericolosi al 18’ con Pintor che va in gol, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. L’Italia rischia anche al 20’, pressata in area dagli avversari, è bravo però Plizzari a salvare la porta. Tra il 20’ e il 30’ due cambi da parte di Nicolato, entrano forze fresche: Melegoni al posto di Capone e successivamente Mallamo per Brignola.

L’Italia stringe i denti con grande umiltà, soffre e al momento opportuno si propone con pericolosità in avanti, come al 37’ con Kean, ma il tiro si stampa sull’esterno della rete. In pieno recupero, la Francia potrebbe accorciare le distanze: è ghiotta l’occasione, ma Pintor fallisce clamorosamente. Ultime battute e ultima parola all’Italia, pericolosissima, con Melegoni che non trova la porta.

Triplice fischio, spazio agli abbracci e ai festeggiamenti. Domenica la finale contro il Portogallo che nell’altra semifinale, giocata poco prima all’Elisa Stadion di Vaasa, annienta l’Ucraina chiudendo il match nella prima fase di gioco con un devastante 5-0 che ha permesso ai lusitani di condurre in scioltezza il resto del match. 
 
La Norvegia conquista la qualificazione ai Mondiali del prossimo anno in Polonia liquidando l’Inghilterra con un perentorio 3-0.

 
ITALIA-FRANCIA 2-0
 
Marcatori: 27’ Capone (I), 30’ Kean (I)
Italia (4-3-3): Plizzari, Bellanova, Bettella (C), Zanandrea, Tripaldelli, Frattesi, Tonali, Zaniolo, Brignola (Mallamo 74’), Kean (Pinamonti 85’), Capone (Melegoni 65’). All: Nicolato. A disp: Cerofolini, Candela, Del Prato, Marcucci
Francia (4-3-3): Diouf, Sissoko, Dembele, Kamara, Sarr (C), Cozza (Niakaté 29’), Diaby, Cuisance, Guitane, Gouiri, Maolida (Pintor 46’). All. Diomede. A disp. Desprez, Nguiamba, Matondo, Basila, Adli, Soumarè, Alioui
 
Arbitro: Lardot (BEL); Assistenti: Nilsson (SWE) e Bird (WAL)
Note: Spettatori: 3010. Ammoniti: Tonali 32’, Frattesi 40’, Tripaldelli 59’, Guitane 68’, Melegoni 87’
 
I gironi del Campionato Europeo Under 19

Gruppo A: Finlandia, Portogallo, Norvegia, ITALIA
Gruppo B: Turchia, Ucraina, Francia, Inghilterra

Calendario, risultati e classifica del Gruppo B

Lunedì 16 luglio
Norvegia-Portogallo 1-3
Finlandia-ITALIA 0-1

Giovedì 19 luglio
Finlandia-Norvegia 2-3
Portogallo-ITALIA 2-3

Domenica 22 luglio
ITALIA-Norvegia 1-1
Portogallo-Finlandia 3-0

Classifica: ITALIA 7 punti, Portogallo 6, Norvegia 4, Finlandia 0

Semifinali
Giovedì 26 luglio 
Ucraina-Portogallo 0-5
ITALIA-Francia 2-0

Finale
Domenica 29 luglio
ITALIA-Portogallo a Seinajoki (ore 17.30 italiane, 18.30 locali)

Serie A, si parte nel week end del 18 agosto. Il big match della prima giornata è Lazio-Napoli

Il campionato di serie A è pronto ad iniziare una nuova avventura. Si alza il sipario sulla stagione 2018/2019 nel week end del 18 agosto, per chiudersi il 26 maggio. Il big match della prima giornata è Lazio-Napoli, mentre la Juventus di Cristiano Ronaldo debutterà al Bentegodi contro il Chievo Verona e il Milan affronterà in casa il Genoa. Impegno in trasferta per Inter e Roma, rispettivamente contro Sassuolo e Torino. 
Il sorteggio è stato effettuato oggi negli studi Sky di Milano, alla presenza del Commissario Straordinario della FIGC Roberto Fabbricini e del Commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini. “Speriamo – ha dichiarato il numero uno della Federcalcio - di vedere un grande campionato, le premesse ci sono tutte. L’arrivo di Ronaldo è una bellissima cosa; ne trarrà vantaggio, oltre alla Juventus, tutto il calcio italiano. In generale, con le acquisizioni di grandi talenti internazionali, stiamo riprendendo un filo che si era un po' interrotto e comunque privilegiava altri campionati. Mancini? Ha iniziato a lavorare molto bene, ha dato serenità e ha creato un bel gruppo, diamogli fiducia anche perchè tra 40 giorni iniziano a essere in ballo i tre punti con la Nations League”.

Dal prossimo campionato, il ct Mancini aspetta un segnale importante dai giovani: “Spero di vedere – sottolinea -  una Serie A avvincente, bella. Il tasso tecnico è aumentato e il mercato non è finito, mi auguro soprattutto che vengano fuori giovani che ancora non sono pronti. Per la Nazionale serve un po' di pazienza in più, in Italia ne abbiamo poca. Il tempo pure è poco, dobbiamo fare le cose in fretta, mettere velocemente insieme una squadra con giovani e giocatori più esperti”.

Tornando alla prossima serie A, sono tre i turni infrasettimanali in programma: mercoledì 26 settembre 2018, mercoledì 26 dicembre 2018 e mercoledì 3 aprile 2019. Per quanto riguarda le soste, il campionato si fermerà in sei week-end nel corso della stagione, quattro volte per le Nazionali e due per la pausa invernale di inizio gennaio. Il primo stop è fissato per domenica 9 settembre, a cui ne seguiranno poi altri cinque: domenica 14 ottobre, domenica 18 novembre, domenica 6 gennaio 2019, domenica 13 gennaio e domenica 24 marzo 2019. Niente sosta nel periodo natalizio con tre turni di campionato in programma il 22, il 26 e il 29 dicembre. Dopodiché la prossima giornata sarà disputata il 20 gennaio, mentre le squadre torneranno in campo il 13 per gli ottavi di finale di Coppa Italia. A proposito di questa competizione, il primo turno eliminatorio prenderà il via il 29 luglio, mentre per vedere tutte le big si dovrà attendere come minimo il 13 gennaio (inizio degli ottavi di finale). Semifinali entro il 27 di febbraio, finale il 25 aprile 2019. La Supercoppa Italiana si giocherà in Arabia Saudita, manca la data della finale.

Per il calendario completo della serie A clicca qui 

Divisione Calcio Femminile: la Corte annulla la delibera del Commissario Straordinario della FIGC

La Corte Federale d’Appello accoglie il ricorso proposto dalla Lega Nazionale Dilettanti e in riforma, sul punto, della impugnata decisione del Tribunale Federale Nazionale, annulla la delibera del Commissario Straordinario della Federazione Italiana Giuoco Calcio pubblicata sul Comunicato ufficiale n. 38 del 3 maggio 2018.

Per consultare il testo integrale del dispositivo clicca qui 

Cannavaro, Reina, Napoli: respinto il ricorso del Procuratore Federale

La Corte Federale d’Appello-Sezioni Unite ha respinto il ricorso del Procuratore Federale avverso la declaratoria di inammissibilità del deferimento nei confronti dei calciatori Cannavaro Paolo, Reina Josè Manuel Paez, del team manager Giovanni Paolo De Matteis, del responsabile della biglietteria e delegato alla sicurezza Luigi Cassano, del direttore commerciale marketing Alessandro Formisano, dell’allenatore Salvatore Aronica e delle società Calcio Napoli, Città di Palermo e Sassuolo.

Sbardella pensa al nuovo biennio: “Il campionato sarà il lasciapassare per i prossimi anni”

Il giorno dopo l’eliminazione dal Campionato Europeo, la Nazionale Under 19 prova a lasciare le delusioni e l’amarezza in Svizzera. Chiudere il girone a zero punti è una sconfitta che brucia, soprattutto per il modo in cui sono andate le cose. Enrico Sbardella raccoglie i pezzi di questa esperienza, prova a pensare alla nuova stagione e soprattutto a tracciare un bilancio di questa avventura, negativa solamente sotto il profilo dei risultati. “Il bilancio – spiega l’allenatore azzurro - è estremamente positivo dal punto di vista dell'esperienza che abbiamo maturato; buone le prestazioni con tre partite ben giocate e tatticamente ben organizzate. Ma è negativo per quello che dicono i dati statistici analizzati al termine del torneo e che ci vedono penalizzati rispetto agli altri in base a quello che costruiamo. Un dato su tutti: ci servono circa 20 tiri per produrre un gol a fronte dei 3 tiri della Danimarca per realizzarne uno. Siamo una delle squadre, insieme alla Spagna e all’Olanda, che hanno prodotto il maggior numero di occasioni da gol con l’unica differenza che loro le hanno finalizzati e noi no”.
 
La morale dice che c’è ancora molto da lavorare per colmare il gap con le altre nazionali, nonostante il movimento femminile in Italia abbia compiuto in questi ultimi anni passi da gigante. “I dati dei nostri GPS, cardio e quant’altro, ci hanno fornito valori interessanti – prosegue Sbardella - dal punto di vista atletico: le ragazze anche nella terza partita non hanno avuto un calo fisico, anzi è risultato il migliore delle tre gare giocate, ciò vuol dire che stavamo bene, eravamo cresciuti. Se vogliamo però competere a questi livelli, visto che strutturalmente non possiamo modificarci, dobbiamo essere più cinici e semplicemente concretizzare quello che creiamo”.

A settembre inizieranno i campionati, nuove le linee guida come l’organizzazione. “Il campionato sarà il nostro lasciapassare per i prossimi anni. Sarà un campionato di livello, strutturato in maniera diversa dalla Federazione e sono convinto che produrrà una fucina di talenti con esperienze sempre più importanti. E’ un dato di fatto oggettivo che le migliori calciatrici che abbiamo nel gruppo di questo Europeo sono ragazze che si allenano cinque-sei volte a settimana in società professionistiche, mentre quelle che hanno i dati più bassi sono quelle che militano in società meno organizzate dove siamo ancora ai famosi tre allenamenti a settimana. A questo sicuramente vanno aggiunti altri valori - tecnici, psicologici e tattici – ma il valore fisico in una fase finale emerge in maniera considerevole”.
 
Contestualmente ai campionati inizierà anche un nuovo biennio per l’Under 19.
“Dal 2014 ad oggi – conclude Sbardella - abbiamo avuto tre belle annate che hanno scritto un po’ la storia del calcio giovanile femminile italiano, le classi 1997, 1998 e 1999. Con queste abbiamo raggiunto due fasi finali con l’Under 17 e due con l’Under 19: Questo ci fa guardare in modo ottimistico al futuro. Non si può dire quale di queste tre annate sfornerà il maggior numero di talenti per la Nazionale maggiore, ma molte di loro sono già in pianta stabile con la A, per esempio Giuliano, Bergamaschi, Boattin e con l'Under 23 come Piemonte, Tortelli, Serturini. Quest’ultimo secondo me è un gruppo che ha tanta qualità, determinazione e sa giocare a calcio, forse nell’insieme è la squadra che gioca un miglior calcio moderno, però è innegabile che devi far gol. A settembre nascerà anche una nuova Under 19. Alle ragazze che hanno vissuto questa grande esperienza verranno aggregate le 2001 che escono da un'altra importante stagione con l’Under 17 grazie alla fase finale dell’Europeo in Lituania, dove hanno anch’esse accumulato consapevolezza a livello internazionale. Ci raduneremo il 27 agosto a Norcia per uno stage conoscitivo che ci servirà per capire dove poter intervenire. Abbiamo una stagione importante davanti, vogliamo arrivare a fare un tris disputando anche l’anno prossimo un’altra fase finale sperando di arrivare a salire il famoso gradino. Siamo tutti d’accordo su un concetto: più le nostre ragazze giocano queste manifestazioni, più vivono questi ambienti e più si rendono conto di quello che è il mondo del calcio internazionale femminile e questo non può che costituire un importante tassello di costruzione”.
 
 

Designata La Spezia per la Supercoppa Italiana tra Juventus e Fiorentina Women’s

Sarà lo Stadio comunale “Alberto Picco” di La Spezia ad ospitare sabato 25 agosto la Supercoppa italiana. La gara che vedrà le campionesse in carica della Juventus FC affrontare la Fiorentina Women’s, vincitrice della Coppa Italia, inaugura la nuova stagione 2018/2019 del calcio femminile. L’incontro avrà inizio alle ore 20:15.

Azzurrini pronti per la semifinale contro la Francia. Diretta alle 18 su Rai Sport

All’Elisa Stadion di Vaasa gli Azzurrini affronteranno domani in semifinale la Francia (ore 18, diretta Rai Sport +HD), dopo essere giunti primi nella fase a gironi battendo Finlandia (1-0), Portogallo (3-2) e pareggiando con la Norvegia (1-1).

I tecnico Azzurro Paolo Nicolato dovrà fare a meno di due protagonisti di questi successi, l’attaccante del Sassuolo Gianluca Scamacca e Matteo Gabbia, centrocampista del Milan, fuori dal match per aver sommato due ammonizioni durante le partite precedenti. I francesi, dopo aver perso (2-1) la prima partita contro l’Ucraina, hanno recuperato mettendo in campo tutta la loro potenza, segnando 5 gol contro Turchia e Inghilterra senza mai incassarne uno, e raggiungendo così la seconda posizione nel gruppo B dietro l’Ucraina. I bleus, rispecchiando i dettami della loro scuola, hanno mostrato di avere doti fisiche e tecniche da vendere, schierando un 4-3-3 che si avvale di centrocampisti e ali molto dinamici: punti di forza le mezzali MIckael Cuisanse del Borussia M'gladbach, in questa stagione 24 partite  in Bundes Liga e Rafik Guitane del Le Havre in Ligue 2, veri propulsori della manovra francese. Finalizzatore, il centravanti Myziane Maolida attaccante del Lione, anche se il capocannoniere del torneo continentale è la riserva di lusso Amine Gouiri, autore di due doppiette contro Turchia e Inghilterra. Una conoscenza del nostro campionato è l’esterno, Moussa Diaby in forza al Crotone, andato in rete contro la Turchia.

Negli ultimi dieci anni, le due Nazionali si sono affrontate sette volte e il bilancio è a tutto vantaggio dei transalpini con 5 vittorie e due pareggi per gli Azzurrini. La squadra di Paolo Nicolato giunge a questo appuntamento imbattuta da nove partite (7 vittorie e due pareggi), tra fase di qualificazione e fase finale, e domani, a parte i due squalificati, tutta la rosa sarà a disposizione.

L’altra semifinale tra Ucraina e Portogallo sarà giocata sempre a Vaasa, alle 14.00. Norvegia e Inghilterra si incontreranno (Seinajoki, alle 12) per l’accesso ai Mondiali del prossimo anno in Polonia.

I gironi del Campionato Europeo Under 19

Gruppo A: Finlandia, Portogallo, Norvegia, ITALIA
Gruppo B: Turchia, Ucraina, Francia, Inghilterra

Calendario, risultati e classifica del Gruppo B

Lunedì 16 luglio
Norvegia-Portogallo 1-3
Finlandia-ITALIA 0-1

Giovedì 19 luglio
Finlandia-Norvegia 2-3
Portogallo-ITALIA 2-3

Domenica 22 luglio
ITALIA-Norvegia 1-1
Portogallo-Finlandia 3-0

Classifica: ITALIA 7 punti, Portogallo 6, Norvegia 4, Finlandia 0

Semifinali
Giovedì 26 luglio 
Ucraina-Portogallo (ore 14 italiane a Vaasa)
ITALIA-Francia (ore 18 italiane a Vaasa, diretta su Rai Sport HD+)

Finale
Domenica 29 luglio
Finale a Seinajoki (ore 17.30 italiane, 18.30 locali)


 
 

Profondo cordoglio della FIGC per la scomparsa di Sergio Marchionne

La FIGC esprime profondo cordoglio per la scomparsa dell’ex amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne. Manager di elevata caratura internazionale, ha condotto il gruppo fino a farlo diventare il settimo polo automobilistico mondiale. Con lui la FIAT è tornata a legarsi alla FIGC come top sponsor di tutte le Nazionali Azzurre, dalla maggiore, alle giovanili, alle femminili e con la Federazione ha lavorato per la creazione di prodotti e programmi che valorizzassero il made in Italy nel mondo.
 
 

TFN: Chievo Deferimento improcedibile, -15 al Cesena nella stagione 2018/2019

Il Tribunale Federale Nazionale, presieduto da Roberto Proietti, ha dichiarato improcedibile il deferimento nei confronti della Società AC Chievo Verona Srl e, per l’effetto, restituisce gli atti alla Procura Federale. 

Accoglie il deferimento nei confronti della Società AC Cesena Spa, ed infligge una penalizzazione di punti 15 in classifica, da scontare nella stagione sportiva in corso 2018/2019, nel caso in cui la Società dovesse risultare iscritta a qualsivoglia campionato organizzato dalla FIGC.

Per consultare il dispositivo clicca qui

Alle Azzurrine non riesce l’impresa, sconfitte anche dalla Germania

Non riesce l’impresa alla Nazionale Under 19, eliminata dall’Europeo. Le ultime speranze delle Azzurrine si infrangono contro la Germania che vince 2-0, mentre nell’altro match l’Olanda esce sconfitta dal confronto con la Danimarca (3-1). In semifinale accedono tedesche e danesi, in virtù di una migliore differenza reti . 

L'Italia si schiera in campo con il 4-3-3: Lauria, Panzeri, Pettenuzzo, Merlo, Santoro, Caruso, Regazzoli, Soffia, Glionna, Polli, Greggi. L’inizio è frenetico: la prima occasione è della Germania con Anyomi, che al 7' dribbla Merlo e calcia di destro dal limite dell'area sfiorando il palo. Due minuti più tardi è Glionna a involarsi sulla fascia destra, a mettere una bella bella palla nell'area piccola e a cercare il tap in di Greggi, ostacolato però in modo provvidenziale dal difensore tedesco.

Gara spigolosa e fisica che rende il gioco spezzettato e richiede gli straordinari all'arbitro Antoniou costretto a intervenire per sedare gli animi: entrambe le squadre, infatti, giocano a viso aperto senza pensare al parziale dell'altro match del girone. Al 19' l'Italia è pericolosissima e solo l'intervento miracoloso di Eberf, che in scivolata ostacola il tiro di Soffia a porta vuota, non permette alle azzurrine di passare in vantaggio. Si ripete il forcing dell’Italia al 24’ con un tiro dai 20 metri di Polli che sfiora il palo destro.

Ma al 36’, da una ripartenza con passaggio filtrante di Müller per Anyomi che di piatto destro batte l'incolpevole Lauria, arriva il vantaggio della Germania. Senza darsi per vinta, la squadra di Sbardella allo scadere ci prova ancora con un destro in area di Glionna bloccato in due tempi da Johannes. Continua la sfortuna dell'Italia, che produce molte occasioni da gol senza però riuscire a finalizzare.

Gioca in scioltezza la Germania nella seconda frazione di gioco. Dall'altra parte però le Azzurrine non ci stanno a perdere, tirano fuori orgoglio e cuore andando sempre a pressare le avversarie nella loro metà campo. Al 15' annullato un gol di Polli che - scattata sul filo del fuorigioco – batte il portiere avversario in uscita con un destro rasoterra, ritenuto dall'assistente arbitrale in posizione irregolare. Al 20' miracolo di Lauria ancora sulla pericolosa punta tedesca Anyomi che trova sempre più spazi aperti.

Al 32’ porta tedesca stregata per l’Italia: Glionna si invola sulla fascia sinistra e mette l'ennesima palla al centro, sinistro al volo dal dischetto di rigore di Baldi e respinta di pugni di riflesso del portiere. Non basta la grinta e la determinazione delle azzurrine a rimettere in carreggiata la gara. Infatti al 39' l’Under 19 subisce il raddoppio su un destro al volo dal limite dell'area piccola di Krumbiergel che insacca sul lato opposto di Lauria e di fatto pone fine alla gara.


I gironi del Campionato Europeo Under 19 Femminile

Gruppo A: Svizzera, Spagna, Francia, Norvegia
Gruppo B: Olanda, Danimarca, Germania, ITALIA

Il Calendario del Gruppo B

Mercoledì 18 luglio

Germania-Danimarca 1-0
Olanda-ITALIA 3-1

Classifica: Olanda, Germania e Danimarca 6 punti, Italia 0

Sabato 21 luglio
ITALIA-Danimarca 0-1
Germania-Olanda 0-1

Martedì 24 luglio
ITALIA-Germania 0-2
Danimarca-Olanda 3-1

Venerdì 27 luglio 
Semifinali (Biel – ore 14 e ore 18.15) 

Lunedì 30 luglio
Finale (Biel – ore 18.15) 

Per visualizzare la cartella stampa clicca qui

 

Under 21: alla Sardegna Arena di Cagliari l’amichevole con l'Albania dell'11 settembre

Ad un anno esatto dalla sua inaugurazione, la ‘Sardegna Arena” di Cagliari ospiterà martedì 11 settembre, alle ore 18.30 (diretta su RAI2), l’amichevole tra la Nazionale Under 21 allenata da Luigi Di Biagio e i pari età dell’Albania. 

La partita in terra sarda farà seguito all’amichevole del 6 settembre in casa della Slovacchia (sede e orario da definire), primo incontro della nuova stagione per gli Azzurrini in preparazione della Fase finale del Campionato Europeo che l’Italia ospiterà nel giugno 2019.
 
L’Italia Under 21 è imbattuta nelle sfide con Slovacchia e Albania: è di 2 successi e altrettanti pareggi il bilancio con la nazionale slovacca, mentre con l’Albania gli Azzurrini hanno collezionato 4 successi e un pareggio nell’ultima amichevole giocata il 10 agosto 2016 a San Benedetto del Tronto.

Giovedì a Vaasa la semifinale contro la Francia. Pinamonti: “Uniti si vince”

A due giorni dalla semifinale europea, la Nazionale Under 19 ha sostenuto oggi una seduta di rifinitura tattica. La sfida di giovedì contro la Francia al Vaasa Stadion (ore 18 italiane, diretta Rai Sport HD+) necessita di concentrazione che i ragazzi di Nicolato hanno mantenuto nel corso di tutto l’allenamento, nonostante l’alta temperatura. Il percorso sin qui compiuto è veramente entusiasmante: una striscia di 9 risultati utili (7 vittorie e due pareggi), conseguiti tra le fasi di qualificazione e quella finale, ha prodotto come primo risultato la qualificazione ai Mondiali del prossimo anno in Polonia raggiunta con la squadra più giovane del Torneo Continentale (nella partita contro la Norvegia schierati in campo 6 giocatori nati nel 2000 ndr). Ma l’ostacolo per il salto verso la finale si presenta ostico: i bleus sono una vera e propria macchina da guerra, che ha macinato 12 gol nelle tre partite della fase a gironi, con un ariete di tutto rispetto che è Amine Gouiri, il giocatore cresciuto nelle giovanili del Lione, autore sinora di quattro reti che lo portano ad essere il top scorer dell’Europeo.

Consapevole dell’impegno è Andrea Pinamonti, l’ariete interista che contro i norvegesi ha indossato per la prima volta la fascia di capitano: “Per me è stata un’emozione grandissima – confessa Andrea – ma anche una grande pressione che i miei compagni mi hanno aiutato a superare e a gestire bene. Alla fine, tutto è andato come doveva”. Una carriera in Azzurro iniziata cinque anni fa al Torneo di selezione che ogni anno si disputa a Natale nel centro federale di Coverciano. Da allora, insieme ai suoi compagni, ha salito tutti i gradini delle Nazionali giovanili fino ad arrivare qui: “Siamo oramai un gruppo di amici, ci conosciamo da cinque anni e abbiamo giocato tante partite insieme e anche contro nei rispettivi club e in gruppo abbiamo raggiunto il traguardo dei Mondiali Under 20, un obiettivo che al solo pensiero mi emoziona: un Mondiale capita una volta nella vita, non me lo farò sfuggire”.

Studente di Ragioneria, ha conseguito quest’anno il diploma, rinunciando a maggio alla convocazione in Under 21: “Era una promessa che avevo fatto ai miei genitori – racconta - anche se non ho mai pensato ad un’altra carriere che non fosse quella calcistica”. In questo Europeo è rimasto impressionato dalla qualità tecnica del Portogallo e dalla verve agonistica di Finlandia e Norvegia, ma la sua testa è oramai alla semifinale: “La Francia è partita favorita e sta dimostrando il suo valore. Giovedì dovremo fare come con la Norvegia: restare uniti fino alla fine e sicuramente daremo loro molto filo da torcere”. I galletti li ha incontrati circa un anno fa in amichevole (finita 3-3), più o meno gli stessi giocatori che sono qui in Finlandia: “Impressiona la loro fisicità, ma abbiamo la forza per superarli e continuare a coltivare il nostro sogno e arrivare fino in fondo. Si tratta, come nella vita, di fare un passo alla volta e crederci”.

I gironi del Campionato Europeo Under 19

Gruppo A: Finlandia, Portogallo, Norvegia, ITALIA
Gruppo B: Turchia, Ucraina, Francia, Inghilterra

Calendario, risultati e classifica del Gruppo B

Lunedì 16 luglio

Norvegia-Portogallo 1-3
Finlandia-ITALIA 0-1

Giovedì 19 luglio
Finlandia-Norvegia 2-3
Portogallo-ITALIA 2-3

Domenica 22 luglio
ITALIA-Norvegia 1-1
Portogallo-Finlandia 3-0

Classifica: ITALIA 7 punti, Portogallo 6, Norvegia 4, Finlandia 0

Semifinali
Giovedì 26 luglio 
Ucraina-Portogallo (ore 14 italiane a Vaasa)
ITALIA-Francia (ore 18 italiane a Vaasa, diretta su Rai Sport HD+)

Finale
Domenica 29 luglio

Finale a Seinajoki (ore 17.30 italiane, 18.30 locali)

Conclusa la terza edizione del programma “Il Calcio e Le Ore di Lezione”

Si è conclusa l’edizione 2017/2018 del programma “Il Calcio e Le Ore di Lezione” ideato nel 2015 nell’ambito delle attività promosse dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sui temi legati al valore educativo dello sport, al rispetto e al fair play, alla non violenza e al tifo positivo, rivolto alle Scuole Primarie e Secondarie di Primo e Secondo Grado del territorio. 

Grazie al lavoro dell’Area Sviluppo e Responsabilità Sociale in sinergia con il Settore Giovanile e Scolastico e con la Segreteria Organizzativa di SG Plus, il progetto ha registrato degli importanti miglioramenti rispetto alle edizioni precedenti: nel 2017/2018 sono state effettuate un totale di 8.991 ore di lezione tenute da rappresentanti dei club di Serie A, B e C, della LND, dell’AIA e dell’AIAC, con un incremento pari al 10,2% rispetto alla stagione 2016/2017 e del 46,4% rispetto alla stagione 2015/2016. “Il Calcio e Le Ore di Lezione” nel 2017/2018 ha coinvolto 83.891 studenti, per un totale di 3.901 classi e 214 progetti realizzati, con la partecipazione alle attività di 4.550 genitori.

Approvato dal Consiglio federale della FIGC del 22 Ottobre 2015 all’interno delle norme per la fruibilità degli stadi, il progetto, già supportato dalla UEFA nell’ambito del programma “Captains of Change”, si pone come obiettivo quello di valorizzare le attività che la FIGC, le Leghe e le Componenti Tecniche propongono sul territorio, con lo scopo di censire le iniziative che il calcio mette a disposizione della scuola, monitorare le attività realizzate fino ad oggi e coordinare le eventuali ulteriori opportunità di sviluppo della relazione scuola-calcio sul territorio.

Giunto alla sua terza edizione, il programma si conferma come la rappresentazione dell’interazione tra il mondo del calcio e gli educatori scolastici che, quotidianamente, danno vita ad un’importante sinergia educativa a testimonianza di una collaborazione in grado di generare un considerevole patrimonio di iniziative ed attività, sinonimo dell’incontro tra educazione e cultura sportiva. Anche per la stagione 2017/2018 il legame tra il mondo della scuola e quello del calcio ha registrato un notevole incremento, sia in termini qualitativi che quantitativi.
 
Uno degli elementi di maggiore rilievo dell’edizione 2017/2018 è stato rappresentato dalla definitiva integrazione del programma “Il Calcio e Le Ore di Lezione” nel macro-progetto didattico-sportivo “Valori in Rete”, promosso dal Settore Giovanile Scolastico della FIGC e condiviso con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), già attivo nelle scuole. Il Settore Giovanile Scolastico della FIGC, oltre a contribuire sensibilmente ad incrementare la visibilità del programma all’interno del mondo scolastico, ha attivato un canale dedicato di dialogo con il territorio attraverso il portale “Valori in Rete” (www.valorinrete.it/il-calcio-e-le-ore-di-lezione-17-18).

La definizione della nuova area dedicata all’interno della piattaforma “Valori in Rete” è il risultato degli output prodotti dal Play Team 10 “Allenati ad imparare: il calcio e la scuola” di KickOff 2017. 
 

Aperte le operazioni di accreditamento per le gare di UEFA Nations League con Polonia e Portogallo

Sono aperte fino a mercoledì 22 agosto 2018 (ore 12.00 CET), in via esclusiva sul Sistema elettronico on-line FIGC www.accreditations.figc.it, le operazioni di accreditamento per le gare della 1° edizione della UEFA NATIONS LEAGUE: Italia – Polonia (Stadio Renato Dall’Ara di Bologna, 7/9/18, ore 20.45) e Portogallo – Italia ( Estadio do Sport Lisboa e Benfica di Lisbona, 10/9/18, ore 20.45)
 
ACCREDITI MEDIA - Stampa scritta, Web Reporters, Fotografi. Attraverso il Sistema di accreditamento on-line FIGC è possibile formulare la richiesta di accredito dopo aver provveduto alla necessaria registrazione.
 
Medesima procedura viene operata: a) per i freelance (giornalisti/web reporters /fotografi), i quali dovranno completare la richiesta producendo una lettera di incarico da parte di una testata giornalistica o di un’agenzia fotografica committente; b) per i giornalisti titolari della Tessera stampa CONI nei termini prefissati e secondo le condizioni previste.
 
Utenze multiple. Le testate giornalistiche nazionali possono procedere ad una registrazione ‘Utenza multipla’ per gestire le rispettive risorse (reporter/fotografo) richiedendo le credenziali all’Ufficio stampa della FIGC (press@figc.it);
 
TV e Radio non titolari di diritti (NRH). Le richieste di accredito dovranno essere inoltrate alla FIGC esclusivamente attraverso l’attivazione di una ‘Utenza multipla’, secondo quanto indicato in precedenza.
 
Alle testate televisive locali sarà concesso l'accredito limitatamente a n.1 giornalista e n.1 tecnico.
L'ingresso delle telecamere NRH sarà consentito esclusivamente a fine gara per filmare le sole interviste dei tecnici e/o dei giocatori, fatte salve le disponibilità di spazio nelle aree preposte e nel rispetto dei contratti di esclusiva in essere.
 
Le emittenti TV NRH potranno far richiesta di filmati riguardanti la partita per l'assolvimento del diritto di cronaca alla RAI Radiotelevisione italiana, esclusivista dell’evento per il territorio nazionale.
 
Alle testate radiofoniche sarà concesso l'accredito per n.1 giornalista.
 
TERMINI PER LE RICHIESTE DI ACCREDITO. Le procedure di accredito per gli eventi in oggetto si concluderanno improrogabilmente mercoledì 22 agosto 2018 (ore 12.00 CET). Si segnala che il Sistema di accreditamento non consente deroghe temporali, pertanto non sarà possibile inoltrare richieste oltre i termini stabiliti.
 
Conferme / dinieghi di accredito verranno comunicati alla chiusura della finestra di accredito indicata. 
 
ACCESSO ALLO STADIO. L’accredito media consentirà nel Match Day -1 (MD-1) e nel Match Day (MD):  l’accesso allo stadio ed alle aree: tribuna stampa e media working area (per carta stampata, radio e tv nrh); photographers area  e media working area (per i fotografi).
Il numero dei Media e dei fotografi accreditati sarà limitato in base agli spazi di ripresa, alle aree di lavoro disponibili nello stadio di gara, e alle norme internazionali (convenzione AIPS/UEFA/FIFA).
 
ACCESSO ALLA SALA CONFERENZA STAMPA E ALLA MIXED ZONE. L’ingresso alle suddette aree avverrà esclusivamente tramite gli apposti Supplementary Access Devices (SAD). L’Ufficio stampa assegnerà il SAD per la Sala Conferenze stampa e/o quello per la Mixed zone in base agli spazi disponibili e limitandone il numero in base alla tipologia delle testate.
 
La FIGC si riserva la facoltà di valutare la congruità delle richieste di accredito pervenute e di ritirare in qualsiasi momento l’accredito precedentemente concesso, in caso di comportamento non idoneo o lesivo dei regolamenti vigenti.
 
Eventuali richieste inviate a mezzo fax, e-mail o con modalità diverse da quanto espressamente specificato non saranno prese in considerazione.
  
DISDETTA RICHIESTA ACCREDITO / RINUNCIA ACCREDITO. I media richiedenti accredito, ove impossibilitati a coprire l’evento per qualsivoglia ragione, sono invitati a darne tempestiva comunicazione all’Ufficio stampa FIGC utilizzando l’account press@figc.it. Le comunicazioni pervenute successivamente all’orario di chiusura del botteghino “Accrediti media” nel giorno di gara non saranno prese in considerazione e valutate come “no-show” vincolanti per la concessione di accredito ad eventi successivi.
 
 

A Latina la quarta tappa della mostra itinerante dedicata ai 120 anni della FIGC

Dopo il grande successo delle prime tre tappe, che hanno fatto registrare oltre 10.000 visitatori, da domani sarà Latina ad ospitare il quarto appuntamento per la mostra itinerante del ‘Museo del Calcio di Coverciano’ dedicata ai 120 anni della FIGC. 

Sarà possibile visitare gratuitamente la mostra, organizzata dalla FIGC in collaborazione con la Fondazione Museo del Calcio di Coverciano, dal 25 al 29 luglio presso il Museo Civico Cambellotti di  Latina secondi i seguenti orari:

  Mercoledì 25/7 10:00 - 13:00 Giovedì 26/7  10:00 - 13:00 e 16:00 - 19:00 Venerdì 27/7 10:00 - 13:00 Sabato 28/7   16:00 - 20:30 Domenica 29/7 10:00 - 13:00 e 16:00 - 20:30

Il prossimo appuntamento sarà a Livorno presso il Museo della Città Bottini dell’Olio (1-5 agosto) e successivamente la mostra farà tappa a Bari, Belluno, Rovigo, Parma, Genova, Novara, Mantova e Trieste, per un totale di 13 città ospitanti.  

Il percorso espositivo raccoglie i trofei più rappresentativi vinti dalla Nazionale e alcuni prestigiosi cimeli dei suoi più grandi protagonisti. Un itinerario cronologico attraverso i momenti più esaltanti della storia della Federazione, fra le Coppe del Mondo del 1934, 1938, 1982 e dell’ultimo trionfo del 2006, la Coppa Europa del 1968 e alcune maglie storiche come quelle di Giovanni Ferrari (1934), Giacinto Facchetti (1968) e Paolo Rossi (1982).

Il calendario completo della mostra itinerante del Museo del Calcio di Coverciano

    1) Matera (Museo Ridola – dal 19 giugno al 5 luglio)
    2) Cosenza (Complesso Monumentale di San Domenico – dal 7 all’11 luglio)
    3) Benevento (Palazzo Paolo V – dal 19 al 23 luglio)
    4) Latina (Museo Cambellotti – dal 25 al 29 luglio)
    5) Livorno (Museo della Città Bottini dell’Olio – dal 1° al 5 agosto)
    6) Bari (Palazzo della Città Metropolitana – dal 5 al 9 settembre)
    7) Belluno (Palazzo Crepadona – dal 27 ottobre al 1° novembre)
    8) Rovigo (Teatro Sociale – dal 3 al 7 novembre)
    9) Parma (Fondazione Monte Parma - dal 9 al 13 novembre)
    10) Genova (Palazzo Tursi – dal 27 novembre al 1° dicembre)
    11) Novara (Castello di Novara – dal 3 dicembre al 7 dicembre)
    12) Mantova (Ex Chiesa Santa Maria della Vittoria – dal 10 al 15 dicembre)
    13) Trieste (Salone degli Incanti - dal 17 dicembre al 2 gennaio 2019)
 

In semifinale sarà la Francia l’avversaria dell’Italia. Nicolato: “Abbiamo voglia di arrivare fino in fondo”

Sarà la Francia l’avversaria dell’Italia nella semifinale del campionato Europeo Under 19 che si disputerà alle 14 italiane a Vaasa giovedì prossimo. I bleus oggi hanno travolto  l’Inghilterra con un eloquente 5-0 nell’ultima partita del gruppo B piazzandosi al secondo posto dietro l’Ucraina che a sua volta è uscita vincente dal match giocato contro la Turchia per 1-0. L’altra semifinale quindi sarà tra Ucraina e Portogallo che si giocherà a Vaasa alle 18 italiane. Per completare il quadro della giornata, Norvegia e Inghilterra giocheranno i play off per conquistare il quinto posto disponibile per accedere ai Mondiali Under 20 dell’anno prossimo in Polonia. Questo il commento a caldo del tecnico Azzurro Paolo Nicolato: “ Affronteremo una squadra di grande caratura tecnica che fa dell’attacco la sua arma vincente. Noi siamo pronti ad affrontare qualsiasi avversario e ce la metteremo tutta per arrivare fino in fondo”.

Classifica gruppo B: Ucraina punti 7, Francia 6, Inghilterra 4, Turchia 0

I gironi del Campionato Europeo Under 19

Gruppo A: Finlandia, Portogallo, Norvegia, ITALIA
Gruppo B: Turchia, Ucraina, Francia, Inghilterra

*Calendario, risultati e classifica del Gruppo B

Lunedì 16 luglio

Norvegia-Portogallo 1-3
Finlandia-ITALIA 0-1

Giovedì 19 luglio
Finlandia-Norvegia 2-3
Portogallo-ITALIA 2-3

Domenica 22 luglio
ITALIA-Norvegia 1-1
Portogallo-Finlandia 3-0

Classifica: ITALIA 7 punti, Portogallo 6, Norvegia 4, Finlandia 0

Semifinali
Giovedì 26 luglio 

Italia-Francia (ore 14 italiane a Vaasa)
Ucraina-Portogallo (ore 18 italiane a Vaasa)

Domenica 29 luglio
Finale a Seinajoki (ore 17.30 italiane, 18.30 locali)
 
*Le prime due classificate del girone si qualificano per le semifinali, in un torneo che mette in palio anche 5 posti per la Coppa del Mondo FIFA Under 20 del 2019 in Polonia: le 4 semifinaliste e la vincitrice dello spareggio tra le terze classificate dei due gironi prenderanno parte al Mondiale in programma dal 25 maggio al 16 giugno dell'anno prossimo.
 

Pagine